Archivi tag: subito

BESTEMMIA “A METÀ” IL GF10 È SUBITO TRASH

20091027_massimo.jpgPoche ore dopo la sua entrata nella casa del Grande Fratello 10 e già Massimo si è fatto notare con una bestemmia, seppur detta a metà. Il concorrente, forse, si è reso conto del fatto che finire la frase infelice gli potrebbe costare caro. Massimo ha bestemmiato dopo una finta “scenata isterica” di Maicol, che gli ha detto: “Ti ho sentito, sai. Appena entrato in casa hai detto: ‘è gay, è gay’…Ma ti sembro gay?”. E’ evidente che il ragazzo stia scherzando. Il bodyguard, però, continua a dire che non è vero. “Ti ho sentito, tanto che ho pensato: ‘Questo lo stendo’. Stavo scherzando, ovviamente” gli dice l’altro. E’ a questo punto che Massimo bestemmia. Il Grande Fratello prenderà provvedimenti o terrà conto dell’attenuante della parola detta a metà?

Chi sono i primi concorrenti?

Tullio, Camila, Sabrina, Alberto, Massimo, Maicol, George, Carmela, Diletta, Mara, Daniela, Cristina, Giorgio, Carmen, Marco, Davide. La prossima settimana entrerà Mauro Marin.

Riforme subito ma senza scontro cieco

berlusconi-napolitano_280xFree.jpgLe riforme istituzionali sono ormai inderogabili e devono essere affrontate senza farne materia di un cieco scontro politico. Lo ha detto il presidente della repubblica Giorgio Napolitano per il quale occorre rivedere l’architettura istituzionale del paese, a cominciare dalla revisione dell’attuale sistema bicamerale. La legge elettorale del 1993 che ha introdotto l’elezione diretta del sindaco, ha aggiunto Napolitano, “e’ la riforma elettorale ed istituzionale che ha meglio retto alle prove ormai non di pochi anni”

La revisione del bicameralismo perfetto
“Non c’e’ dubbio che esista l’esigenza di una revisione” di buona parte dell’impianto istituzionale del paese, ha spiegato Napolitano di fronte ai rappresentanti
dei sindaci italiani, fra cui il presidente dell’Anci Sergio Chiamparino e il primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno.

MESSINA: SI SCAVA ANCORA – BERLUSCONI: SUBITO LE NUOVE CASE

messinafrananubifragi(1)1.jpg

E’ stata la prima notte senza pioggia nelle zone colpite dall’alluvione a Messina dove i soccorritori hanno continuato a scavare alla luce delle fotoelettriche per cercare i dispersi del disastro. Il bilancio della tragedia aggiornato a fine mattinata è di 24 morti e 39 dispersi. L’Unita’ di crisi della Protezione civile a Messina ha fatto sapere che dei circa 100 feriti ricoverati in ospedale dopo l’alluvione, 70 sono stati dimessi.