Archivi tag: notizie

Cristiano Ronaldo e Raffaella Fico… è amore?

hh.PNGAltro che Paris Hilton, Cristiano Ronaldo preferisce le italiane. Secondo quanto scrive il Daily Star, il nuovo amore dell’asso portoghese sarebbe Raffaella Fico, ex concorrente del Grande Fratello e nota per avere messo in vendita la sua verginità per un milione di dollari.

Il giornale britannico dice che il ventiquattrenne attaccante, appena passato dal Manchester United al Real Madrid, avrebbe reso pubblica la sua love story con la ventunenne napoletana presentandola come la sua fidanzata ad Elton John.

“Non parlo di questa cosa, avrebbe liquidato la faccenda la diretta interessata, che recentemente è stata la co-conduttrice di Real tv con l’altra ex gieffina Melita Toniolo.

SE TI CONVERTI VINCI – NUOVO REALITY PER TROVARE LA FEDE

reality_turchia01g.jpgIn Turchia un reality per far ritrovare la fede in Dio. Una gara tra diverse religioni, dove a vincere sarà però il convertito, non il convertitore. Il bizzarro programma si intitolerà I penitenti gareggiano e andrà in onda da settembre sull’emittente Kanal T. A partecipare saranno un prete ortodosso, un monaco buddista, un rabbino e naturalmente un imam. Chi si ritoverà convinto dalle parole dei religiosi, potrà andare in pellegrinaggio nel luogo sacro della sua religione: la Mecca per i musulmani, Gerusalemme per ebrei e cristiani ortodossi e il Tibet per i buddisti. Ma, stando agli spot mandati in onda dall’emittente, chi partecipa vincerà anche tanta serenità e gioia interiore.

I produttori del programma hanno spiegato al quotidiano Hurriyet che il programma è stato pensato per sviluppare nel popolo turco una diversa attitudine nei confronti della fede e fare conoscere anche credo diversi da quello islamico, praticato dal 95% della popolazione. Chiaramente posso partecipare solo non credenti di ferro, accuratamente selezionati da una commissione di teologi, che ha avuto il compito di misurare il loro grado di ateismo. E anche la genuinità della loro conversione verrà severamente valutata dalla commissione.

Il programma andrà in onda nel periodo del Ramadan, il mese sacro del digiuno musulmano, coincidenza che ha suscitato qualche critica tanto da parte delle fazioni più laiche quanto da parte di quelle più religiose del Paese, che puntano il dito alla commercializzazione della religione e denunciano un pessimo esempio. La direzione per gli Affari religiosi, infatti, si è rifiutata di autorizzare la partecipazione di un imam. «Fare una cosa simile per aumentare gli ascolti è una mancanza di rispetto verso tutte le religioni», ha affermato il responsabile Hamza Atkan. Ma l’emittente si è difesa sostenendo che il programma offre ai suoi concorrenti il dono più grande, la fede: «Disapproviamo gli atei, Dio è grande quale che sia la religione in cui si crede, l’importante è credere», ha spiegato il direttore Seyhan Soylu.

X1: SUV COMPATTO (BMW)

406.jpgBMW amplia ulteriormente la già ricca offerta della sua gamma X diffondendo le prime immagini ufficiali del SUV compatto X1 che sarà presentato al Salone di Francoforte del prossimo settembre nella versione definitiva, appena prima del lancio commerciale. Prodotto nello stabilimento di Lipsia (insieme a tutte le versioni della Serie 1), l’X1 sarà disponibile (per la prima volta su una compatta premium) con la trazione integrale intelligente xDrive, sistema che consente la massima agilità e trazione anche su terreni difficili grazie alla ripartizione variabile della coppia motrice tra le ruote anteriori e posteriori. Che l’X1 sia un SUV compatto è dimostrato dalle sue dimensioni: 4,454 metri di lunghezza, 1,798 di larghezza, 1,5 di altezza e passo di 2,760 metri.

A bordo, l’X1 si mostra comodo e spazioso (tre posti nella zona posteriore, volume bagagliaio compreso tra 420 e 1.350 litri) con una posizione di guida rialzata, una configurazione del cockpit orientata al guidatore, utilizzo di materiali pregiati e il sistema di comando iDrive. Esteticamente, spiccano il doppio rene BMW montato verticalmente, i passaruota squadrati, elevata altezza da terra, il cofano motore allungato e bombato e i tipici doppi proiettori tondi.

Il tradizionale piacere di guida BMW è garantito da un’articolata gamma motoristica. Al lancio, saranno disponibili un 6 cilindri benzina 3.0 da 258 CV (la versione più sportiva) e tre TD all’insegna dell’EfficientDynamics BMW (tra cui la funzione Start/Stop). Si tratta dei 4 cilindri common rail di 2 litri da 143, 177 e 204 CV (quest’ultimo è biturbo). Le prime due versioni sono offerte anche con la trazione posteriore e vantano consumi limitati ed emissioni ridotte abbinate a un cambio manuale a 6 rapporti. Sempre a sei marce (ma automatica) la trasmissione per le X1 xDrive28i e xDrive23d. Tra le dotazioni di serie, airbag frontali, laterali e laterali per la testa.

ROMA: VIOLENTATA NEL GARAGE DI CASA

SSS.jpgUna ragazza di 20 anni, studentessa universitaria, e’ stata violentata la notte scorsa dopo aver parcheggiato la propria auto nel garage di casa, nel quartiere Ardeatino di Roma. L’episodio e’ avvenuto intorno alle 2,30. La ragazza e’ stata aggredita da un uomo armato di coltello e col volto travisato, probabilmente da un passamontagna, poco dopo aver chiuso l’auto. Dopo la violenza, la giovane e’ riuscita a chiamare il 113 e dell’episodio si occupano ora gli agenti della squadra mobile della capitale. la ragazza e’ stata ricoverata all’ospedale S. Eugenio per le ferite riportate. Gli investigatori sono ora al lavoro anche per stabilire possibili analogie con la violenza avvenuta lo scorso mese nella zona della Bufalotta ai danni di una giornalista che aveva parcheggiato l’auto sotto la propria abitazione. Intanto gli investigatori hanno ascoltato la testimonianza della vittima e, secondo quanto si e’ appreso, l’aggressore parlava italiano.

SICUREZZA DIVENTA LEGGE (DDL)

SEN--180x140.jpgIl pacchetto sicurezza è legge. L’aula del Senato ha dato il via libera definitivo infatti al disegno di legge che contiene tra le altre cose l’introduzione del reato di immigrazione clandestina e la possibilità di organizzare le ronde in città. I sì sono stati 157 (Pdl, Lega), i no 124 (Pd, Idv, Udc), gli astenuti tre. Il via libera al provvedimento è stato accolto con favore dal governo e dalla maggioranza. Esultano il ministro Maroni e la Lega. Critici invece l’Italia dei Valori e il Pd. Il leader dei democratici Franceschini ha apostrofato la nuova legge come «un danno per il Paese». Dura reazione anche da parte del Vaticano e in particolare di monsignor Marchetto, segretario del Pontificio consiglio per la pastorale dei migranti e degli itineranti, secondo il quale la legge porterà «dolori e difficoltà» per gli immigrati. Soddisfatto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. «Lo Stato potrà garantire meglio la sicurezza dei cittadini. È una legge fortemente voluta dal governo e dal presidente del Consiglio» ha detto il premier al termine del briefing tenutosi a Coppito sui lavori del G8. «Ora ci saranno misure molto più efficaci, così potremo garantire meglio la sicurezza dei cittadini. È un buon segnale della giornata», ha concluso il Cavaliere sottolineando di non essere al corrente delle critiche espresse dal Vaticano.

BAGARRE IN AULA – L’approvazione in via definitiva del disegno di legge ha infiammato Palazzo Madama. I senatori dell’Italia dei Valori hanno alzato cartelli con su scritto «I veri clandestini siete voi», «Governo: clandestino del diritto». Per tutta risposta i colleghi della Lega si sono alzati in piedi facendo con le mani segno di vittoria. Come una squadra compatta, con tanto di cravatte e pochette uguali, tutte “verde Padania”. Soddisfazione anche tra i ministri del Carroccio presenti in Aula: quello dell’Interno Roberto Maroni si è sbracciato in segno di saluto verso i senatori della Lega.

MARONI – Il titolare del Viminale si è detto «molto soddisfatto» per l’approvazione del ddl sicurezza. Il provvedimento, ha spiegato il ministro, «conclude un lavoro iniziato un anno fa e che ha visto l’approvazione di diverse norme per il contrasto alla criminalità organizzata, all’immigrazione clandestina e per migliorare la sicurezza urbana». D’altro canto Maroni ha voluto sottolineare il «rammarico» per le «falsità» che sono circolate in merito al ddl e che hanno portato l’opposizione a votare contro. Secondo il ministro l’opposizione ha «perso un’occasione per stare dalla parte dei cittadini».

FRANCESCHINI – Per il leader del Pd Dario Franceschini il ddl sicurezza diventato legge indebolisce la sicurezza pubblica e l’immagine già lesionata dell’Italia. «È il prezzo che il governo paga alla Lega ed è un danno per il Paese – ha detto il segretario dei democratici – . Questo ddl ha per titolo la sicurezza ma in realtà accresce l’insicurezza: nessuna risorsa in più è destinata alle forze di polizia (che anzi vedono quotidianamente aggravarsi i problemi di strutture efficienti e di mezzi, di risorse per straordinari e nuove assunzioni) mentre passano provvedimenti sbagliati, inutili e dannosi». Il disegno di legge sulla sicurezza che il Senato sta licenziando in questi minuti «altro non è se non un pugno sbattuto sul tavolo, ma senza alcuna efficacia dal lato della sicurezza dei cittadini e sicuramente con gravi violazioni dei diritti civili degli immigrati ai quali affidiamo la cura dei nostri cari e dei nostri beni e il cui lavoro è indispensabile per il funzionamento di miglia di imprese» aveva detto la presidente dei senatori del Pd Anna Finocchiaro mentre l’Aula del Senato si preparava al voto finale sul provvedimento.

L’APPELLO DEGLI INTELLETTUALI – Su Micromega.net, un gruppo di intellettuali, tra cui, Andrea Camilleri, Antonio Tabucchi, Dacia Maraini, Dario Fo, Franca Rame, Moni Ovadia, Maurizio Scaparro, Gianni Amelio, ha proposto e firmato un «Appello contro il ritorno delle leggi razziali in Europa». «Il governo Berlusconi, agitando il pretesto della sicurezza, ha imposto al Parlamento, di cui ha il pieno controllo, l’adozione – scrivono – di norme discriminatorie nei confronti degli immigrati, quali in Europa non si vedevano dai tempi delle leggi razziali. È stato sostituito – si legge – il soggetto passivo della discriminazione, non più gli ebrei bensì la popolazione degli immigrati irregolari, che conta centinaia di migliaia di persone; ma non sono stati cambiati gli istituti previsti dalle leggi razziali, come il divieto dei matrimoni misti». Per il ministero dell’Interno però l’appello di autorevoli intellettuali contro il ddl sicurezza è basato su «evidenti falsità», come quella che non sarebbero consentiti i matrimoni misti o che le straniere irregolari non potrebbero riconoscere i propri figli.

UE – Bruxelles, prima ancora che il Senato desse il via libera definitivo al disegno di legge, il commissario Ue alla Giustizia Jacques Barrot aveva spiegato che la Commissione europea continuerà a vigilare sul pacchetto sicurezza del governo italiano, assicurandosi che il testo approvato definitivamente al Senato rispetti le normative comunitarie sulla libera circolazione dei cittadini Ue. «Abbiamo il compito di monitorare e lo eserciteremo», ha chiarito Barrot, ricordando che Bruxelles ha già ottenuto dall’Italia l’impegno a rinunciare all’aggravante per l’immigrazione clandestina e all’espulsione automatica nei casi di condanna superiore a due anni nei casi che riguardano i cittadini comunitari.