Archivi categoria: tecnologia

Successo delle spycam e della videosorveglianza, un popolo di voyeur?

Siamo tutti diventati registi o inguaribili voyeur oppure sarà la paura dei ladri quella che ci fa videosorvegliare tutte le nostre proprietà? Si perchè impazza il mercato delle spy cam e della videosorveglianza. Mai come in questo periodo si vendono così tante micro videocamere o telecamere per riprendere e tenere sotto controllo tutto ciò che ci circonda. Forse sarà l’effetto “candid camera”, il successo di programmi come le Iene, fatto sta che i siti Internet offrono di tutto e di piu’ per riprendere senza essere visti.
Le spycam che hanno piu’ successo sono quelle installate sugli occhiali da sole, permettono una ripresa ottimale perchè ciò che vediamo è ciò che inquadriamo. Subito dopo ci sono le penne con telecamera spia sul cappuccio. La microcamera è posta sull’ estremità e registra fino a diverse ore su una microcard interna ad un costo di circa 50/60 euro. Finti orologi da scrivania e cappellini con telecamera intergrata completano il quadro di un settore in continua espansione.

Per quel che riguarda la sicurezza della casa le telecamere videosorveglianza dome sono il massimo. Hanno la forma di una cupola e possono girare fino a 360 gradi per garantire una copertura totale della zona da controllare. Utilizzabili sia internamente che esternamente comunicano senza fili con la centralina ed alcune sono dotate di raggi infrarossi per funzionare in condizioni di scarsa illuminazione.

Alcune telecamere di sicurezza permettono anche una videosorveglianza via Internet. Inviano le immagini catturate dal luogo in cui sono installate direttamente in streaming sul web con protocollo Ip. Anzi, alcune di esse permettono un totale controllo in remoto con il pc o addirittura Iphone o cellulare. Non solo sorveglianza contro gli intrusi, ma anche controllo dei bambini che in un’ altra camera o in giardino possono combinare disastri. Siamo tutti video sorvegliati!

Salvatore Caruso

Premio Ischia, al via sfida tra i blog

premio.jpgDopo il successo ottenuto nella trentesima edizione del Premio internazionale di giornalismo di Ischia, il riconoscimento speciale “Blog dell’anno” si è trasformato in Premio Social Network. La nuova edizione del premio prende dunque in considerazione siti comprensivi di informazioni, articoli e news provenienti non solo da blog, ma da social media come Facebook o Twitter.

ll “Premio Ischia Social Network” verrà assegnato al social media che raccoglierà il maggior numero di voti on-line sul sito ufficiale del “Premio Ischia”. Il coordinamento, a cura di Cristina Sivieri Tagliabue, si arricchisce quest’anno di una giuria costituita dai principali responsabili delle testate internet italiane. Ci saranno Paolo Rastelli (Corriere.it), Anna Masera (LaStampa.it), Giuseppe Smorto (Repubblica.it), Daniele Bellasio (IlSole24Ore.com), e i responsabili delle sezioni online delle agenzie Ansa e Adn Kronos, che, insieme ai principali collettori di social network (Liquida, Wikio e BlogBabel), daranno indicazioni su 10 blog/social network che verranno poi votati online. Il vincitore assoluto, infatti, sarà selezionato a mezzo di votazione on-line sul sito ufficiale del “Premio Ischia”.

Alla votazione potranno partecipare tutti gli utenti internet, senza vincoli di registrazione: ogni visitatore potrà esprimere una sola preferenza. La selezione dei social network – personali o collettivi – italiani premierà gli autori che si sono distinti durante l’arco dell’anno precedente per le migliori news in esclusiva, a seconda di criteri di tempismo (in anticipo rispetto agli altri media), precisione (con approfondimenti e dettagli rispetto all’informazione stessa) e attendibilità (essere ripresi da altri blog, siti internet e dai media tradizionali costituisce titolo preferenziale per la selezione) .

Nella scelta dei dieci candidati non sono stati presi in considerazione blog singoli o collettivi legati a partiti politici e aziende. Un ulteriore criterio di selezione è stato la presenza di link, tag di citazioni sui maggiori sistemi di aggregazione online di notizie sui blog: Liquida, Wikio e BlogBabel. Tra i dieci migliori blog selezionati dalla giuria risulterà vincitore del riconoscimento “Blog dell’anno 2010” il blog che ha ottenuto più voti sul sito del “Premio Ischia” entro il termine del 25 giugno 2010.

Questi i dieci candidati da votare (vota qui):

1) L’Informazione Assassina nel blog ByoBlu del blogger Claudio Messora

2) Il processo di Torino e l’informazione lobbistica mondiale di Nicolò Bruna

3) Gian Arturo Ferrari contro l’ideologia di internet di Luca De Biase

4) La città di Asterix di Carlotta Mismetti Capua

5) Toponomastica del blog collettivo Spinoza

6) Oggi denuncio Facebook di Vittorio Zambardino

7) La carta dei cento per il libero WiFi di Alessandro Gilioli

8) Folgorato da cicca esplosiva Essential News: Folgorato da cicca esplosiva di James Hansens

9) Il merlo maschio di Leonardo BlogSpot

10) Il futuro dei media è fare le cose bene di Luca Sofri

LASTAMPA