Tutti gli articoli di admin

Povera Eli, le tocca pure pagare il conto

C_2_articolo_1001929_listatakes_itemTake0_immaginetake.jpg

Altro che first lady, la povera Eli al ristorante è costretta a pagare il conto. Perché pare che il suo principe azzurro George Clooney sia tanto aperto sentimentalmente, quanto restio a mettere mano al portafogli. A pochi giorni da Sanremo la Canalis dice la sua a proposito di maschi a “Cosmopolitan” e ammette: “L’uomo americano è più dolce, ma a cena ti fa pagare o si divide”. A buon intenditor…

La showgirl ormai si divide tra la California e l’Italia e in quanto alle differenze tra uomini italiani e americani si dice molto ferrata: “Il maschio italiano non sa dirti ti amo. Ha sempre paura. Stai con uno da dieci anni ma siamo solo amici!”. Però è galante.

Quello americano, invece, quanto a sentimenti è più aperto ma poi quando si tratta di pagare il conto non vuole proprio sentire ragione. Al massimo si divide a metà. Eli parla di “uomo americano” in generale, non fa riferimento diretto a Clooney ma è evidente che per lei “l’uomo americano” oggi è soprattutto uno. Quindi George avrebbe un po’ il freno a mano tirato, non fosse altro che per le sue origini.

Solo qualche mese fa però, George aveva fatto la felicità dei camerieri del ristorante Chi Dinasty di Los Angelese, lasciando ben 100 dollari di mancia per una cena a base di saké e involtini primavera. Dopo le dichiarazioni di Elisabetta, il buon gesto di George sembra più una contromossa disperata per aver lasciato pagare il conto alla compagna che un atto di generosità.

Ma la Canalis si accontenta del ruolo da “first lady”, che le piace da morire: “Sono felice di partecipare agli eventi in quanto ‘fidanzata’. E’ rilassante… dal punto di vista professionale ciò che ho in Italia mi basta e avanza”. D’altronde per pagare il conto è sufficiente.

La stellina Disney posa sexy su Details

orig_C_2_fotogallery_1001340_listaorizzontale_foto3_fotoorizzontale.jpg

In lingerie nera e provocante sotto una cascata d’acqua non è certo l’immagine che ci si aspetta da una stellina di casa Disney. Soprattutto se a posare è la protagonista di un film per ragazzi come High School Musical. Ma Vanessa Hudgens è cresciuta e le foto pubblicate sulla rivista Details lo dimostrano. Dopo aver chiuso con Zac Efron, la piccola Gabriella ha deciso di sfoderare tutte le sue curve.

orig_C_2_fotogallery_1001340_listaorizzontale_foto0_fotoorizzontale.jpg

Dopo gli scatti compromettenti apparsi sul web, Vanessa ha deciso di ufficializzare la svolta sexy con un servizio ad hoc. Dopo quello su InStyle, dove indossava abitini seducenti, è la volta di Details.

Sulle pagine della rivista, l’ultima star della Disney è stata fotografata bagnata e in pose ammiccanti. Un buon inizio che ricorda quello di altre dive ragazzine che hanno incominciato la loro carriera nella casa di produzione di Topolino: da Britney Spears a Christina Aguilera, fino alla più giovane Miley Cyrus.

La strada è segnata, ma non è detto che Vanessa abbia in serbo qualche sorpresa.

 

                                                                                                                                                          _TGCOM   _      

Pattinson-Stewart, è veramente finita?

1297418869_robert-pattinson-kristen-stewart.jpg

Pare che ad Hollywood non si parli d’altro. Secondo Life & Style e non solo si sarebbe conclusa la storia d’amore tra Robert Pattinson e Kristen Stewart, Edward Cullen e Bella Swan. L’addio risalirebbe alla fine delle riprese dell’ultimo film della Twilight Saga. Colpa della gelosia dell’attrice 19enne. Rob sarebbe stato troppo intimo con una non specificata compagna di set. Nessun nome, ma le partner del 24enne in questi mesi sono state Cristina ricci, Uma Thurman, Kristin Scott Thomas. La caccia alla colpevole è aperta.

Intanto anche Kristen non se ne sarebbe stata con le mani in mano, o meglio, con la bocca a riposo. Pare sia stata vista baciare appassionatamente Garrett Hedlund, pure lui collega di set con cui l’americana ha girato “On The Road“.

Il fidanzamento tra i due, che ha catturato l’attenzione di milioni di fan della saga vampiresca, in realtà non è mai stato confermato del tutto dai due, sempre molto evasivi. Ora arriva la notizia della rottura, ma c’è chi giura che non sia vera. Rob e la Stewart hanno appena posato per un servizio fotografico modaiolo. La scorsa settimana avrebbero festeggiato insieme, con altri amici, la fine delle riprese di “Breaking Dawn” in un ristorante a Baton Rouge e sempre lì avrebbero affittato un intero locale, “The Loft”, in cui sarebbero stati visti sorridenti e felici. E, tra lo sconcerto di chi li amava al cinema e nel privato come coppia, il caos regna sovrano: trovata pubblicitaria, rottura reale o fidanzamento mai esistito?

*RossySklero*

Nando GF11: le chiacchierate foto in discoteca

        1297424298_.jpg
Alfonso Signorini ne aveva tanto parlato in trasmissione senza però mostrarle: le foto di Nando Colelli, concorrente del Grande Fratello 11,in (succinta) compagnia femminile in una discoteca di Pianigia (Venezia) sono apparse invece sul settimanale ‘Visto’, nel numero in edicola.

Le immagini ritraggono il gieffino, ufficialmente fidanzato con la ‘collega’
Margherita, mentre balla al ‘Mojito’, locale molto conosciuto nella zona, circondato da due procaci ragazze immagine: una in bikini e l’altra con un mini vestito e gambe ben in vista.

Negli scatti, però, il giovane di Pomezia mostra anche una scritta (‘Io amo Margherita’) sulla maglietta, con la quale tiene a ribadire il forte sentimento che prova nei confronti della grande sorellina varesina, che nonostante le voci su una presunta notte d’amore in un hotel di Bologna tra Nandoe un’ex corteggiatrice di ‘Uomini e Donne’ dopo l’uscita di lui dalla casa del GF,ha fatto sapere di essere ancora innamorata di Colelli e di non avere alcuna intenzione di lasciarlo.
 *RossySklero*

L`ANALISI SUL DICIASSETTESIMO TURNO DI A

 

Visto lo spessore dell’avversario, non puo’ certo definirsi una sorpresa la sconfitta casalinga per 1-0 patita dal Milan contro la Roma, ma il k.o. dei rossoneri e’ di quelli che fa notizia. Le convincenti vittorie su Brescia e Bologna non lasciavano presagire un passo falso di Ibraimovic e compagni, che invece steccano un altro scontro diretto dopo quello perso con la Juventus ad ottobre. Brava la Roma a riuscire ad annullare l’esplosivo attacco rossonero.

Non perde un colpo il Napoli di Walter Mazzarri, il quale, grazie ad uno strepitoso goal di Cavani, piega il Lecce e si porta a 3 punti dalla prima posizione. Scendono ancora le quotazioni scommesse degli azzurri per quanto riguarda il sogno chiamato scudetto. Non molla nemmeno la Lazio, vittoriosa per 3-2 e seconda a pari punti con i partenopei. Un’autorete di Zapata, a due minuti dal termine, decide lo spettacolare match dell’Olimpico contro l’Udinese.

Pari amaro per la Juventus sul campo del Chievo. In vantaggio con un goal splendido di Quagliarella, i bianconeri si vedono raggiungere nei minuti finali da una rete di Pellissier. Le troppe assenze e l’inferiorita’ numerica per quasi tutto il secondo tempo hanno influito non poco sulla sconfitta della squadra di Del Neri.

Il Palermo non riesce a far sua la partita sul campo del Bari, che riesce a trovare il pareggio nonostante l’uomo in meno a causa dell’espulsione di Rossi. Un pari che non pregiudica l’ottimo campionato dei rosanero, quest’ultimi considerati dalle compagnie di scommesse tra i candidati al quarto posto.

Vincono i rispettivi scontri diretti per una rete a zero il Cesena sul Cagliari e il Catania sul Brescia.

Ai romagnoli la vittoria mancava dall’undicesima giornata, mentre i tre punti conquistati dal Catania valgono moltissimo se si considerano le numerose assenze a cui doveva far fronte Giampaolo.

Pari a reti bianche tra Parma e Bologna in una partita dove comunque non sono mancate le emozioni.

Rinviato a data da destinarsi il derby di Genova causa l’abbondante nevicata che ha colpito il capoluogo ligure; posticipato anche il match tra Fiorentina e Inter, in questo caso per l’impegno dei neroazzurri al mondiale per club.

Salvatore Caruso

 

IL SUNTO SULLA SERIE A

 

La tornata numero sedici della Serie A vede ancora protagonista il Milan trascinato dal trio Boateng, Ibraimovic, Robinho. Per i rossoneri, la partita con il Bologna sembra il déjà vu’ di quella della settimana scorsa con il Brescia quando anche in quell’occasione la firma sui tre goal era stata apportata dal tridente. Un trio d’attacco che diventa sempre piu’ affiatato e che sembra integrarsi alla perfezione.

Un goal di Hamsik, il settimo in campionato, consente al Napoli di conquistare 3 punti fondamentali su un campo difficile come il Marassi. Gli azzurri non erano di certo dati per favoriti dalle compagnie di scommesse sportive, ma grazie ad una prova  di carattere e sofferenza battono un grande Genoa.

All’ultimo secondo e grazie all’ennesima grande prestazione di Krasic, la Juventus piega per 2-1 una buona Lazio. Vittoria che potrebbe dimostrarsi cruciale per le ambizioni scudetto dei bianconeri, i quali restano a -6 dal Milan.

Si rialza il Palermo dopo la sconfitta di Napoli. I rosanero regalano un tempo al Parma e all’intervallo sono sotto di un goal. Ma nella seconda frazione la musica cambia e Miccoli e compagni fanno valere la legge del Barbera imponendosi per 3-1. Basta un goal di Juan alla Roma per battere un Bari falcidiato dalle assenze e rimanere a -4 dalla zona Champions League.

Nonostante le quotazioni scommesse vedessero la Sampdoria favorita sul Brescia, un goal di Cordoba su punizione regala a Beretta i tre punti all’esordio sulla panchina dei bresciani. Come ammesso da Di Carlo nelle interviste post partita, la Samp dipende troppo dai goal di Pazzini.

Quinta vittoria casalinga dell’Udinese, che reagisce allo svantaggio iniziale e batte 2-1 la Fiorentina.

Vittorie importanti nella lotta per non retrocedere per Lecce e Cagliari.

I salentini vincono meritatamente per 3-2 su un Chievo che reagisce troppo tardi all’inizio veemente di partita dei ragazzi di De Canio.

Al Sant’Elia uno straordinario Nene’ realizza tutte le reti del 3-0 del Cagliari sul Catania.

Mercoledi 19 gennaio e’ in programma il recupero di Cesena-Inter.

Salvatore Caruso

 

ANALISI SULL’ULTIMA DELLA SERIE A

 

Si e’ completata con il posticipo serale del lunedi l’infinita quindicesima tornata di A cominciata con l’anticipo di venerdi tra Lazio e Inter.

Turno che non ha fatto registrare risultati clamorosi se si eccettua la pesante sconfitta subita dall’Inter a Roma contro la Lazio.

Tutto come da copione al San Siro, dove il Milan vince 3-0 in scioltezza contro un Brescia che, a parte in un’occasione, non ha mai insidiato la porta difesa da Abbiati. Bene ancora una volta Robinho e Boateng, quest’ultimo ha realizzato il goal dopo pochi minuti dall’inizio del match, spianando di fatto la strada ai rossoneri verso una gara in discesa.

Grande prestazione della Lazio che si conferma seconda forza del campionato, battendo con un netto 3-1 un Inter in grave difficolta’ a causa di un’infermeria ancora troppo affollata. I pronostici scommesse vedevano i biancocelesti leggermente sfavoriti, ma il campo ha emesso un verdetto diverso.

Trascinata da uno strepitoso Quagliarella, la Juventus conquista tre punti sul campo del Catania inviolato da quasi un anno. In casa bianconera si continua a parlare di un acquisto nel reparto avanzato, il quale paradossalmente e’ il miglior della A con 29 goal all’attivo.

Il “monday night” di scena al San Paolo ha visto schierato il Napoli contro il Palermo. Gli azzurri conquistano l’intera posta in palio negli ultimissimi istanti di partita, grazie al secondo goal stagionale di Maggio.

Partita bella ed emozionante quella tra Chievo e Roma, terminata 2-2 nonostante un campo in condizioni pessime ai limiti della praticabilita’.

Vittorie per Genoa e Sampdoria, rispettivamente contro Lecce e Bari.

Nonostante lo svantaggio iniziale, la squadra di Ballardini ottiene tre punti fondamentali sul campo del Lecce grazie alle reti di Toni, Ranocchia e Marco Rossi. Si sblocca al Marassi la Samp dopo quasi 50 giorni. Blucerchiati in rete con Pazzini su rigore e Guberti; quest’ultimo sigla una doppietta contro la sua ex squadra.

Grazie ad un goal di Mutu, la Fiorentina conquista una vittoria importantissima sul Cagliari, scavalcandolo in classifica. I viola si portano a quota 19. Prima sconfitta per Donadoni sulla panchina dei sardi.

Il Parma ha la meglio sull’Udinese per 2-1 e a mettere la firma su entrambe le segnature dei ducali e’ ancora una volta Hernan Crespo. Bello ma inutile il goal su punizione di Di Natale.

Le agenzie di scommesse non davano molto credito al Bologna impegnato a Cesena nel derby romagnolo. La squadra di Malesani, nonostante gli ormai noti problemi societari, smentisce le proiezioni e vince 2-0 lo scontro salvezza del Manuzzi e si porta a +4 dalla zona retrocessione.

Salvatore Caruso

 

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

 

La tornata numero 13 della Seria A e’ decisamente favorevole per il Milan. Sul campo, di certo non facile, del Chievo arriva il terzo stop in campionato dell’Inter. Quest’ultima battuta per 2-1 dalla squadra di Pioli, un team che ha sfoderato una grande prestazione, e’ definitivamente in crisi. Benitez e’ sotto accusa: negli ultimi quattro turni di campionato l’Inter ha conquistato appena due pareggi palesando grandi difficolta’ nell’andare in goal. L’attacco interista e’ il peggiore delle prime otto in classifica e la squalifica di Eto’o non fara’ altro che peggiorare la situazione.

Il Milan stacca tutti in classifica, cosi come nelle quotazioni scommesse per lo scudetto. Un goal di pregevole stile del solito Ibraimovic e le parate di Abbiati consentono alla squadra di Allegri di battere un’ottima Fiorentina.

Rientra Krasic e la Juventus torna a vincere, dopo due pareggi consecutivi. In casa del Genoa i bianconeri ottengono i tre punti approfittando della giornata nera di Eduardo, il quale si macchia di un autogol su un tiro di Marchisio. Poi,una magia del serbo mette al sicuro il risultato.

Lazio e Parma danno vita ad una partita vibrante con occasioni da goal da entrambe le parti. I goal dell’1-1 finale portano la firma dei rispettivi bomber: Crepo per i gialloblu e Floccari per i laziali.

Vincono anche Roma e Napoli.

I giallorossi si impongono per 2-0 sull’Udinese e continuano la loro risalita nelle zone alte della classifica. La squadra di Mazzarri, data come super favorita dalle agenzie di scommesse, infligge un pesante 4-1 ad un Bologna troppo distratto dalla delicata situazione societaria.

Vittorie esterne per il Palermo sul campo del Cesena e della Sampdoria per 3-2 sul campo del Lecce. Il 2-1 dei rosanero al Manuzzi vede protagonisti Ilicic, autore di uno splendido goal di tacco, e Miccoli che realizza il goal vittoria con un tiro di prima intenzione ad alto coefficiente di difficolta’.

Le tre reti doriane sono tutte ad opera di  Pazzini, che prima della trasferta di Lecce aveva segnato appena un goal in dodici gare.

Comincia con il piede giusto la nuova gestione Donadoni. Il Cagliari ribalta lo svantaggio iniziale e vince 2-1 in casa del Brescia, in rete Matri e Conti.

Sempre piu’ ultimo il Bari sconfitto 1-0 in casa del Catania. I catanesi si riscattano dopo il derby e si portano a meta’ classifica con 17 punti di quota.

Salvatore Caruso

 

 

IL PUNTO SULLA A

Rimangono invariate le posizioni, ma cambiano le distanze dopo la dodicesima giornata di Serie A.

Il Milan si aggiudica un derby combattuto e nervoso e si conferma primo. L’1-0 firmato Ibraimovic consente ai rossoneri di portarsi a +6 sull’Inter. La squadra di Benitez non ha demeritato nei confronti dei rivali, ma i numeri sono impietosi: appena 20 punti in dodici partite, per la squadra campione d’Europa.

Pari vibrante a Torino tra Juventus e Roma. Apre le marcature Iaquinta con un goal bellissimo dal limite dell’area. Pareggia i conti Totti su rigore sul finale di primo tempo.

I pronostici scommesse la vedevano favorita dopo le due sconfitte consecutive subite, ci si aspettava la reazione della Lazio di Edy Reja e cosi e’ stato. I biancocelesti grazie ai goal di Zarate e Floccari superano agevolmente il Napoli, alla prima sconfitta in trasferta.

Nonostante le numerose assenze, la Fiorentina si impone 1-0 sul Cesena e si porta a quota 15 punti in classifica. Con lo stesso punteggio il Genoa vince sul campo del Cagliari, alla seconda sconfitta casalinga in una settimana. In rete per il Grifone Ranocchia, fresco di convocazione in nazionale.

Secondo pareggio consecutivo casalingo per la Sampdoria. Priva di Cassano, la Samp non va oltre lo 0-0 contro il Chievo. Senza il talento barese i blucerchiati stentano ad incidere in zona gol.

Le agenzie di scommesse puntavano decisamente sul Palermo nell’altro derby di giornata. Il Catania nonostante buon ritmo e tanto impegno, non puo’ nulla contro il fenomeno Pastore, autore di una tripletta. Catanesi comunque in partita per buona parte del match.

Una super Udinese trascinata da un grande Di Natale, infligge una sonora sconfitta al Lecce per 4-0 e vola nella parte sinistra della classifica.

Vittoria esterna del Parma sul campo del Bari. Candreva realizza il goal piu’ bello di giornata che regala tre punti importantissimi alla sua squadra. Bari in piena crisi.

E’ ancora Di Vaio l’uomo in piu’ del Bologna. Grazie ad un suo goal, la squadra di Malesani vince lo scontro diretto sul Brescia e si porta a +3 dalla zona retrocessione.

Salvatore Caruso

IL PUNTO SULLA NONA GIORNATA DI SERIE A

Non si ferma piu` la Lazio che grazie ad un bel goal di Dias torna vittoriosa da Palermo conquistando 3 punti importantissimi sia per la classifica, sia in vista del derby della prossima settimana con la Roma. I biancocelesti dopo il vantaggio contengono con autorita` la reazione di Pastore e compagni.

Nel big match di giornata, la Juventus, grazie ai goal di Quagliarella e Del Piero, si impone 2-1 sul Milan lanciando un chiaro segnale alle pretendenti allo scudetto. I bianconeri, almeno secondo le quotazioni scommesse, non partivano di certo come favoriti.

L`Inter Vince una partita durissima in casa di un Genoa che ha dato il suo da fare ai campioni d`Italia prima di arrendersi ad un goal di Muntari.

Il Napoli espugna il Brescia e si rialza dalla sconfitta subita in casa il turno precedente contro il Milan. A regalare la vittoria ai partenopei, su un campo reso molto pesante a causa dell`abbondante pioggia, e` Lavezzi su assist di Hamsik.

Entrambe erano chiamate a vincere per dare una svolta ai rispettivi campionati, ma finisce in un pareggio senza goal tra Catania e Fiorentina nel posticipo serale.

La Roma rispetta le attese e i pronostici scommesse che la vedevano vincente e batte 2-0 il Lecce. E` il terzo risultato utile consecutivo per i giallorossi in rete con Burdisso e Vucinic.

Vince per 2-0 anche il Cagliari sul Bologna. In rete per i sardi Nene`, su un bell`assist di Cossu ritornato ai livelli della scorsa stagione, e Nainggolan con un gran tiro al volo da fuori area.

La vittoria in casa del Bari porta al quattro successo consecutivo dell`Udinese. Guidolin e` riuscito con la sua esperienza a risollevare il morale dei suoi dopo un inizio campionato disastroso. E` crisi, invece, per la squadra di Ventura.

Vince in trasferta anche la Sampdoria a tempo scaduto sul campo del Cesena. E` il subentrato Marilungo ad offrire a Pazzini il pallone giusto per il primo goal in campionato della punta doriana.

Pari a reti inviolate tra Parma e Chievo. Un punto che rafforza la classifica dei clivensi, ma che certo non aiuta quella degli emiliani che rimangono nelle zone basse.

Salvatore Caruso