Domani riscaldamenti in 30 province

f06462be83c806f4a6667f80124a72a2.jpgDa domani 1 novembre potranno accendere gli impianti di riscaldamento gli abitanti di 30 province che rientrano nella zona climatica ‘D’. Si tratta di Ancona, Ascoli Piceno, Avellino, Caltanissetta, Chieti, Firenze, Foggia, Forli’, Genova, Grosseto, Isernia, La Spezia, Livorno, Lucca, Macerata, Matera, Nuoro, Pesaro, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Roma, Savona, Siena, Teramo, Terni, Verona, Vibo Valentia e Viterbo.

Ansa.it

Video choc: identificato assassino

3c1390891da52ca164864602d7512547.jpgGrazie alla diffusione del video e’ stato identificato il killer di Mariano Bacioterracino, ucciso il 3 maggio al rione Sanita’. A quanto si e’ appreso si tratterebbe di un pregiudicato napoletano che attualmente risulta irreperibile. Si attendono nelle prossime ore i provvedimenti dei titolari dell’inchiesta, il procuratore Sandro Pennasilico e il pm della Dda Sergio Amato.

Ansa

Donna strangolata ad Asti

5cd96f150c21638ece7ba641f56a76a5.jpgUna donna e’ stata uccisa ad Asti.

Alfonsina Bono, 52 anni, e’ stata trovata strangolata in un alloggio in via Dogliotti. L’omicidio e’ avvenuto nell’abitazione del convivente, che si era reso irreperibile, ma e’ stato rintracciato dai carabinieri e fermato. La morte, secondo il medico legale, risalirebbe alle 23 di ieri. L’uomo e’ stato portato in caserma per essere interrogato. Le indagini sono coordinate dal pm Chiara Blanc.

Ansa

Ue: D’Alema, nomina partita ardua

e99e486d1736ea2069ed4a2ab7cc168c.jpgLa nomina a ministro degli Esteri dell’Ue ‘non e’ una questione tra me e Berlusconi, ma una partita europea molto difficile’, dice D’Alema.

‘Ci sono molti candidati anche molto autorevoli – dice l’ex ministro a Sky tg24 – ma leggendo i giornali italiani sembra che l questione si possa decidere qui. E invece no, ci sono 27 Paesi membri. Adesso vedremo, saranno giornate complicate’. D’Alema ritiene normale che un esponente di centrosinistra venga designato all’Ue da un governo di centrodestra.

Ansa

L’Aquila: arrestato uno sciacallo

85c98bb9bc36ca0ddee35b325904ce5c.jpgLa polizia ha arrestato uno sciacallo, accusato di avere rubato in palazzi incustoditi nel quartiere aquilano di Pettino. L’uomo, un romeno di 43 anni, deve rispondere di furto aggravato; nel suo domicilio, a Sassa (L’Aquila), sono stati trovati orologi e penne ritenuti provento dei furti. Le indagini sono state coordinate dalla Procura dell’Aquila e condotte per alcuni mesi dalla Squadra Mobile in collaborazione con la polizia scientifica.

Ansa

Premier, se condannato non lascio

re229xnnX_20091029.jpgSilvio Berlusconi non intende dimettersi da premier se fosse condannato in uno dei processo in corso a suo carico.

‘Ho ancora fiducia nell’esistenza di magistrati seri che pronunciano sentenze basate sui fatti – dice il premier in una dichiarazione nel prossimo libro di Vespa – Se ci fosse una condanna, saremmo di fronte a un tale sovvertimento della verita’ che sentirei il dovere di resistere al mio posto per difendere la democrazia e lo stato di diritto’.

Ansa

Kabul, “Abdullah boicotterà voto”

C_0_strillo28x12_3888_GroupFoto_foto2.jpg

Abdullah Abdullah, lo sfidante del presidente Hamid Karzai, è pronto a boicottare le prossime elezioni presidenziali afghane, in programma il 7 novembre. Lo riferisce sulla Cnn Christiane Amanpour, reporter di punta dell’emittente all-news, citando fonti occidentali vicine alla leadership afghana. Le stesse fonti, prosegue Amanpour, affermano che i colloqui  tra Abdullah Abdullah e Hamid Karzai si sono interrotti.

C_0_articolo_464545_listatakes_itemTake_0_immaginetake.jpgNuovi dettagli vengono dal sito del Times, secondo cui Abdullah si sarebbe incontrato con i suoi maggiori alleati per stabilire le opzioni sul tappeto dopo la rottura con Karzai. In particolare, secondo una fonte anonima occidentale, Abdullah avrebbe espresso al suo staff tutta la sua insoddisfazione per come stanno andando le cose.

“Ha fatto di tutto per raggiungere un accordo – riferisce la fonte – perché pensa che anche in questa tornata elettorale il voto non sarà molto più chiaro di quanto sia stato al primo. Ma se Karzai continuerà a bocciare ogni possibile intesa, il boicottaggio sembra uno sbocco assai probabile”. Ogni decisione sarà assunta nelle prossime ore. Ad ogni modo, è evidente a tutti che bloccare lo svolgimento del secondo turno, il prossimo sette novembre, vuol dire andare contro il forte pressing degli Stati Uniti, che ha spinto proprio per questo tipo di soluzione, prima di decidere cosa cambiare nella propria strategia militare in Afghanistan.

TgCom

RODRIGUEZ: “LA ARCURI? LE PIACEVA FARE L’AMORE”

20091030_arc.jpg“Essendo molto passionale le piaceva tantissimo fare l’amore. Con le altre donne a volte capita che non abbiano voglia, per il lavoro o perché sono stanche, e quindi ti dicono di no. Con lei questo non è mai capitato. Voleva fare sempre l’amore, era attiva e a me questo non dispiaceva. Appena ci vedevamo e avevamo due minuti liberi si faceva l’ amore come se fosse l’ultimo dei nostri giorni insieme”. Il ballerino cubano Frank Rodriguez torna sulla relazione, smentita dalla diretta interessata (“Mi è spiaciuto molto perché avevamo un bellissimo rapporto. Ha messo un avvocato in mezzo, anche se poi la cosa non ha avuto seguito perché era abbastanza fuori luogo ed era come negare l’evidenza, visto che nei due mesi in cui siamo stati insieme giravamo nei locali a Roma e frequentavamo amici comuni”) con Emanuela Arcuri: “Ci siamo conosciuti a Milano – ha dichiarato a “Vivo” – dopo un po’ ci siamo rivisti a “Carramba” dove mi hanno messo a ballare il tango con lei, e lì è scoccata la scintilla. Siamo stati insieme due mesi, sono stato a casa sua e ho conosciuto la madre e il fratello. Poi per lavoro eravamo entrambi sempre in giro e ci si riusciva a vedere poco, per cui la cosa non è andata più avanti”.
Dopo “Carramba” e “Scorie” Rodriguez sarà su “Mattino Cinque” come maestro di ballo latino-americano, sogna di “un giorno di avere la fortuna di diventare padre” e per adesso è single. Certo,ma se continua a raccontare le sue avventure ai giornali, di ragazze disposte non ne troverà molte…

Leggo

Halloween, ecco i travestimenti hot

C_0_articolo_464407_listatakes_itemTake_0_immaginetake.jpgTra gli eventi più mondani della stagione, soprattutto in America, Halloween è diventata sempre più la festa dei travestimenti sexy. E dove, se non in casa Playboy andare a trovare i costumi a più alto tasso erotico? Ecco quindi una carrellata di Playmate e Cyber Girls di casa Hefner in abiti “spaventosamente” sexy.

C’è la solita infermiera e la vampira, e poi una serie di “finte” brave ragazze in versione “bad girls”. Intanto Hefnr sta organizzando il suo party di Halloween con un paio di party di avvicinamento prima dell’evento clou. Per partecipare basta sborsare 995 dollari per essere in lista e 25 mila per accedere all’area vip Cabana in compagnia delle rouge models Ma attenzione saranno soldi spesi bene: andranno a The Wounded Warrior Project, ente che si occupa dei veterani di guerra. Ma non dimenticare il dress code Haunted Hollywood.

TgCom

Tremonti: il Sud è una grande questione nazionale

tremonti-capri-240.jpg«La questione del Meridione è una questione nazionale, non regionale. È una questione nazionale o non è». Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, lo ha sottolineato al convegno dei Giovani Imprenditori a Capri. Accennando anche a una sintonia su questo punto con il presidente della Camera Gianfranco Fini, presente in sala, Tremonti ha aggiunto: «Non possiamo accettare che il Paese si divida per una crescente dualità». «Il Paese è in debito con il Sud» ed è arrivato il momento «di rifletterci seriamente non con gli ascari politici che del meridionalismo fanno una professione distruttiva» ha proseguito il ministro dell’Economia. Occorre cioè ragionare «in modo diverso da un tempo, perché il divario tra Nord e Sud è inaccettabile».
L’unificazione d’Italia compiuta con le baionette dall’esercito sabaudo «non è stata un’operazione totalmente positiva, come abbiamo imparato sui libri di storia» ha detto ancora Tremonti rivolto alla platea degli “under 40” di Confindustria, dopo aver riconosciuto l’esistenza di una copiosa «letteratura minore» che racconta l’unità d’Italia vista dall’altra parte, quella degli «sconfitti». Il ministro si è soffermato sullo shock che rappresentò nel 1860 l’annessione del Regno delle Due Sicilie, con «la trasformazione di colpo, in un giorno solo, di Napoli da grande capitale europea in prefettura sabauda. Quanto capitale è stato annichilito, distrutto, quale impatto – si è chiesto Tremonti – ha avuto sulla borghesia napoletana?». È da allora che cominciano le grandi migrazioni dei meridionali che si fanno prima proletari d’America e successivamente, con l’industrializzazione italiana, diventeranno i proletari nel Nord del paese.